WaterCity, scelti i vincitori del bando per le installazioni sul Bisatto

11041217_338066603054120_9090229958896604336_n

Si avvicina l’inizio di WaterCity 2015, che tra giugno e luglio porterà a Este una serie di iniziative volte a promuovere la riscoperta del canale Bisatto quale bene comune del territorio. Dopo diverse ore di riunione, la commissione incaricata ha selezionato i vincitori del bando per la realizzazione di installazioni artistiche da collocare lungo il canale. Ecco i nomi dei giovani artisti scelti:

– Federico Seppi
– Riccardo Gatti
– Giulio Pavan
– Tomas Ornaghi
– Alessia Cibin
– Paolo Toffanin
– Roberto Bovo
– Elena Rota

Soddisfatto il presidente del Centro Culturale La Medusa, Giandomenico Sandri: “Stiamo cercando di diventare un punto di riferimento delle attività culturali nel territorio. Auspico, ora, che si avvii una proficua partecipazione degli artisti e della città a questa manifestazione.” Bilancio positivo anche per Felice Gambarin, esperto di arte e membro della commissione giudicante: “Le opere hanno rivelato buone qualità estetico-artistiche, oltre a una spiccata sensibilità culturale. Per tutti gli artisti il Bisatto è stato il soggetto centrale della ricerca.” La segreteria di Medusa ha già provveduto a comunicare a tutti i partecipanti l’esito della selezione.

Ufficio stampa WaterCity

Email: watercity15@gmail.com
Facebook: WaterCity – La città e l’acqua
Twitter: @WatercityEste
Instagram: WatercityEste

Annunci

Il canale in barca: la bellezza di Este da un’insolita prospettiva

IMG_1911

“Sono nata e cresciuta ad Este, ma ancora adesso non smetto di stupirmi. Questa mattina ho indossato un nuovo paio di occhi, forse nessuno lo sa, ma sono intercambiabili e ne esistono diversi modelli. Oggi ne ho indossato un paio particolare che invece di farmi vedere le cose dall’alto in basso me le ha fatte vedere a pelo dell’acqua. Io e i miei compagni di viaggio siamo saliti su una barchetta senza troppo speranze e aspettative per scattare qualche foto utile per il futuro.

Dopo qualche difficoltà iniziale, dovuta alla nostra poca dimestichezza con la corrente, abbiamo scoperto un mondo nuovo, che avevamo sempre ignorato. Da piccoli ci insegnano a non sporgerci dal ponte a stare attenti a non cadere in acqua, una serie di attenzioni che ci hanno limitato in tutto questo tempo. Oggi invece era tutto così surreale, vedere i posti della mia vita dal basso verso l’alto, scoprire cosa sta dietro è stato davvero emozionante e non vedo l’ora che tante altre persone possano condividere il mio stupore.

Oggi una semplice perlustrazione si è dimostrata molto di più e mi ha fatto riflettere sul fatto che è proprio vero che a volte non serve andare chissà dove per potersi stupire ancora, ma come detto prima, basta solo cambiare paio di occhi.”

Arianna Ferraretto

WaterCity, Este riscopre il suo canale

11044571_340473829480064_673466096003915896_nPrevista tra giugno e luglio 2015 la manifestazione che porterà in città una serie di eventi dedicati al Bisatto. Under 35 protagonisti

Si preannuncia ricca di eventi l’estate 2015 a Este. Il progetto WaterCity, avente come capofila l’associazione La Medusa, vedrà protagonisti i giovani under 35 di diverse importanti realtà associative quali Mentalmente Instabili, Estensione, Studio D, Euganea Movie Movement e Società Remiera di Monselice, e porterà in città una serie di iniziative che si svolgeranno nel periodo compreso tra il 6 giugno e il 26 luglio 2015. Mostre, percorsi tematici lungo gli argini, modelli tridimensionali, serate musicali, laboratori creativi per bambini, tour su imbarcazioni e molto altro, il tutto all’insegna di tre fili conduttori: la storia, la cultura e la riscoperta di un bene comune del territorio. “Attraverso suoni, parole e immagini, WaterCity racconterà la presenza dell’acqua in città nel corso dei secoli, dall’antichità fino ai giorni nostri” dicono gli organizzatori.

“WaterCity” è finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo tramite il bando CulturalMente 2014 ed è sostenuto anche da Comune di Este, S.E.S.A., Consorzio di Bonifica Adige Euganeo, Genio Civile di Este, Bacino Padova Sud, Museo Nazionale Atestino, Studio D, I.U.A.V. e da tutti gli Istituti Scolastici cittadini. Il progetto si propone di porre l’attenzione su una risorsa preziosa oggi trascurata. “Partendo dal nostro canale, vogliamo sensibilizzare cittadini e visitatori rispetto alla preservazione del paesaggio, alla salvaguardia dell’ambiente e all’eco-sostenibilità.” Durante la manifestazione lungo il canale Bisatto verranno collocate dieci installazioni artistiche. Il bando per la loro realizzazione, destinato a giovani artisti under 35, è consultabile al seguente indirizzo web: http://www.progettogiovani.pd.it/bando-realizzazione-di-10-installazioni-artistiche/.