WaterCity, tra giugno e luglio quattro film-documentari sul tema dell’acqua

bisattto WCE’ scattato domenica 7 giugno il via a “WaterCity – La città e l’acqua”, il piano di rivalorizzazione del canale Bisatto attraverso una serie di eventi e iniziative che si protrarranno a Este fino al 26 luglio. Tra gli appuntamenti offerti rientrano anche quattro proiezioni cinematografiche curate da Euganea Movie Movement, che si terranno in via Vallesina, nei pressi dell’ex cinema Cristallo. Il tema centrale di ciascuna pellicola è il rapporto tra uomo e acqua, analizzato sotto diversi punti di vista.

Giovedì 11 giugno alle ore 21,00 toccherà a “The well – Voci d’Acqua dall’Etiopia”, film documentario di Paolo Barberi e Riccardo Russo. L’opera porta lo spettatore nel Corno d’Africa, una regione del mondo ciclicamente sconvolta dalla siccità. In queste terre le difficili condizioni di vita inaspriscono i conflitti per il controllo dell’acqua tra le diverse popolazioni pastorali, eppure nei pozzi di Erder a nessuno può essere impedito di bere, nemmeno al nemico. Qui, nelle aride distese dell’Oromia (Sud dell’Etiopia), ogni anno, quando la stagione secca è al culmine, i pastori Borana si raccolgono con tutti gli animali attorno ai loro secolari pozzi “cantanti”, opere umane spettacolari per la loro grandezza.

Il secondo appuntamento con le proiezioni di Euganea Movie Movement è in programma per giovedì 18 giugno alle ore 21. Protagonista stavolta sarà “Sul fiume”, film documentario di Davide Maldi ambientato sul Tevere: il racconto di un luogo, della sua natura, di chi ancora lo popola e ci lavora vicino. Il viaggio di tre amici che scelgono il fiume della loro città per vivere insieme un momento di distacco dal mondo, alla ricerca dell’ebbrezza infantile, di uno sguardo meravigliato.

Giovedì 25 giugno alle ore 21,00 sarà la volta di “River Water (Man on the River)”, film documentario di Paolo Muran. Si tratta di una storia lunga 5.200 km: da Londra a Istanbul sui fiumi dell’Europa in una barca a remi e a vela. Il protagonista è Giacomo De Stefano, un uomo che ha deciso di percorrere le antiche vie di comunicazione fluviale, con la sola forza del vento e delle braccia. Un viaggio alla riscoperta della vita lungo i fiumi, per parlare dell’importanza dell’acqua e del rapporto con essa.

Venerdì 24 luglio alle ore 21,00, infine, sarà proiettato “La fiuma (Incontri sul Po e dintorni)”, film documentario di Rossella Schillaci e Giancorrado Barozzi. Un’istantanea del Grande Fiume e i suoi affluenti. Un viaggio a tappe tra piccoli borghi, storie di vita, canti notturni, ponti di barche, leggende sul pesce siluro, tradizioni, cambiamenti e inquinamento.

Annunci